Chi prova la SEO trova un tesoro

webmaster toolsHo un nuovo amico e si chiama SEO (Search Engine Optimization).

Come tutti gli amici si vede nel momento del bisogno: quando devo fare un sito chiedo sempre consiglio a lui e seguo fedelmente quei suoi pochi ma preziosissimi suggerimenti.

Ecco cosa mi dice sempre:

  • Crea titoli di pagina unici ed accurati.
  • Sfrutta il meta tag “description”
  • Migliora la struttura dei tuoi URL
  • Rendi il tuo sito semplice da navigare
  • Offri contenuti e servizi di qualità
  • Migliora i tuoi anchor text
  • Ottimizza l’uso delle immagini
  • Utilizza i tag heading in maniera appropriata
  • Come comportarsi con i crawler web
  • Fai un uso efficace del file robots.txt
  • Tieni in considerazione il rel=“nofollow” per i link
  • Informa Google dell’esistenza di siti per cellulari
  • Indirizza con precisione gli utenti di cellulari
  • Promuovi il tuo sito nel modo giusto

E poi mi dice anche quale è lo strumento che mi permetterà di verificare il buon lavoro fatto, WebMasterTools uno strumento (ovviamente gratuito) che mi permette di monitorare e ottimizzare il posizionamento organico (cioè non a pagamento) di un sito Web ed a migliorarne gli elementi al suo interno.

Attivare il servizio è relativamente semplice: basterà andare al seguente link https://www.google.com/webmasters/

cliccare sul tasto “accedi a strumenti per i webmaster” e seguire le istruzioni che via via vengono impartite; dopo avere verificato le dovute proprietà del sito (dovete avere accesso al sito nella sua completezza quindi anche al server dove il sito risiede) potrete attivare il sito stesso ed iniziare la vostra esplorazione.

A questo punto si aprirà un mondo nuovo e potrete capire perché WMT diventerà lo strumento indispensabile per la SEO: ecco un assaggio di cosa potrete fare fino dall’immediato:

Monitorare il rendimento del sito nei risultati della Ricerca Google:

  • Assicurarsi che Google possa accedere ai contenuti.
  • Inviare i nuovi contenuti da sottoporre a scansione e rimuovere i contenuti che non desiderate vengano visualizzati nei risultati di ricerca.
  • Creare e monitorare contenuti per cui vengano restituiti risultati di ricerca visivamente accattivanti.
  • Gestire il sito con interruzioni minime relative al rendimento nella ricerca.
  • Monitorare e risolvere i problemi di malware o spam per tenere pulito il sito.

Sapere come viene visto il tuo sito nella Ricerca Google e dagli utenti:

  • Sapere per quali query è stato visualizzato il tuo sito nei risultati di ricerca.
  • Sapere se alcune query hanno indirizzato più traffico di altre verso il tuo sito.
  • Sapere se i prezzi dei tuoi prodotti, le informazioni per contattare l’azienda o gli eventi vengono messi in risalto nei risultati di ricerca con rich snippet.
  • Sapere quali siti rimandano al tuo sito web.
  • Sapere se le prestazioni del tuo sito per cellulari sono buone per i visitatori che eseguono ricerche sui dispositivi mobili.

Provare per credere… e se vi pare poco tenete presente che questo è solo l’inizio.

Buon lavoro!