Google My Business: cos’è e a cosa serve?

Google My Business è gratuito, utile per le piccole imprese locali e facile da usare.

A cosa serve? Permette di incrementare la visibilità della attività, farsi notare da nuovi clienti e quindi incrementare le vendite.

Google è il principale motore di ricerca in Italia (70% delle ricerche vengono fatte su Google) e ben 1/3 delle ricerche riguardano attività locali, cioè 1 persona su 3 cerca informazioni su attività del territorio (o di un luogo specifico) su Google.

Oltretutto, gran parte delle persone che fanno una ricerca locale con lo smrtphone, visitano il sito aziendale e finiscono con il completare l’acquisto

Cos’è Google My Business e come funziona?
È il riquadro informativo che appare, alla destra del dekstop, quando facciamo una ricerca su Google o a sinistra quando la facciamo su Google Maps, gode quindi di grande visibilità.

Come vengono creati i contenuti delle schede?
Vengono creati da Google con le informazioni disponibili online, con My Business però, il proprietario dell’attività può reclamarla e gestire la scheda.

Come si accede a Google My Business?
Occorre registrarsi con l’account Google e seguire le istruzioni e finalmente il titolare dell’attività potrà:
GESTIRE LE INFORMAZIONI mostrate da Google durante la ricerca dell’attività/marchio
RISPONDERE alle recensioni
PUBBLICARE FOTO e tenere aggiornato Google My Business con le promo e gli eventi
ANALIZZARE DATI relativi alle statistiche di chi cerca l’attività

A cosa serve?
Ad intercettare gli intenti di ricerca – ovvero le ricerche che tutti noi facciamo online -e entrare in contatto con clienti (potenziali) che si trovano vicini alla attività.

Ma cosa sono gli intenti?
– la ricerca dell’indirizzo o del numero di telefono
-la ricerca di un prodotto o servizio di cui stiamo approfondendo la conoscenza prima dell’acquisto (es uno smartphone, una vacanza, elettrodomestici ecc)

-la ricerca di un prodotto o servizio velocemente e nelle vicinanze (es: idraulico)

Come gestire la propria Scheda?
Intanto curare -e tenere sempre aggiornata- l’anagrafica (nome, indirizzo orari, descrizione, sito web) e identificare perfettamente la categoria di appartenenza.

Curare l’immagine dell’attività con la pubblicazione di foto e video aggiornati.

Gestire le recensioni e creare post ad hoc in cui raccontare novità, eventi, offerte e prodotti, utilizzando la call to action a scelta tra “prenota”, “ordina”, “acquista”
Ricorda sempre di prestare attenzione a cosa decidi di raccontare, dai informazioni utili e esalta i punti di forza dell’attività.

E ora? Analizza le statistiche
Google My Business permette di visualizzare
come è stata trovata online l’attività, quante persone hai fatto una ricerca per nome e quanti, invece, sono arrivati tramite ricerca
dove è stata trovata l’attività, se su Google o su Google Maps
quali informazioni di contatto è stata cercata (numero di telefono, indirizzo ecc)
nelle schede sono anche disponibili i dati statistici in merito a orari di puntatempi di attesa e durata delle visite.

Google Adwords
Google Adwords è lo strumento con cui creare le campagne sponsorizzate su Google, di cui parleremo nei prossimi articoli.

 

 

By | 2018-10-15T16:35:34+00:00 ottobre 15th, 2018|How To|0 Comments